SOLUZIONI PER L'EFFICIENZA ENERGETICA
HOME News
Tetti a farfalla per fotovoltaico e accumulo acqua piovana

A Chicago lo studio di architettura urbana Farr Associates ha realizzato la prima rete di case a zero impatto ambientale con tettoie ricoperte di pannelli termici e solari, per produrre energia e riciclare acqua piovana.
I tetti inclinati ricordano la forma di una farfalla: le due "ali" sono ricoperte da un sistema fotovoltaico composto da 48 pannelli esposti a sud-ovest e intervallati da pannelli termici solari che, grazie alla loro particolare conformazione rovesciata, possono anche accumulare l'acqua delle precipitazioni per riciclarla nei sistemi d'irrigazione, lavare pavimenti o come getto di scarico nelle toilette.
Se gli americani puntano sul design più accattivante, l'Italia è all'avanguardia nell'architettura bioclimatica.
«Sicuramente» afferma Niccolò Aste, professore del dipartimento Best del Politecnico di Milano «il complesso edilizio di Chicago rappresenta un ottimo esempio di architettura bioclimatica urbana, sia per i tetti rovesciati per raccogliere la pioggia sia per quello che riguarda il sistema di accumulo delle radiazioni solari. Anche se, per il risparmio energetico presenta ancora diverse pecche rispetto ai più avanzati modelli italiani. Forse meno belli esteticamente, ma a livello tecnico e di risparmio energetico più funzionali. Ad esempio, uno dei limiti degli edifici statunitensi potrebbe essere l'uso eccessivo di vetrate che, non solo isolano meno rispetto al laterizio, ma rischiano anche di fare l'effetto serra per chi ci vive dentro», sottolinea Aste. «E anche per quello che concerne la raccolta delle acque piovane, bisogna sempre fare distinzioni a seconda delle zone in cui viene recuperata: per capire quanto sia conveniente riciclarla».
«Sul risparmio energetico l'Italia è sempre stata avanti, anche rispetto ad altri Paesi europei. Visto che nel nostro Paese le prime normative sull'efficienza energetica sono state fatte a partire dagli anni Novanta. Il problema» conclude Aste «è solo quello di applicarle».
> Archivio news